Alla luce dell’abolizione delle tariffe professionali (L’art. 9 del D.L. 1/2012) molti civilisti si sono trovati in dubbio su come redigere correttamente gli atti di precetto evitando di incorrere opposizioni strumentali del debitore.

Ci viene in aiuto un primissimo orientamento del Presidente del Tribunale di Verona che ha emesso la seguente comunicazione.

P_551_4.5.3_6_del_01.02.2012

About these ads